lunedì 22 dicembre 2008

Biglietto di auguri

"Quando è arrivato dicembre viene Natale è l'anno vecchio è marcio e degradato, mi sembra a volte che sia giunto il giorno e che il prossimo sarà il più fortunato. Auguri Caterina buone feste, dimenticati i giorni alla risaia e di a tua figlia che l'amore è bello ma di orfani ne abbiamo a centinaia. Mi scopro in mente tutte le avventure di quando mi nutrivo di illusioni pensavo a tutti gli uomini normali perfino in uniforme con i galloni. Auguri Margherita buone feste,vorrei vederti sempre più sicura guardare gli altri dritto dentro agli occhi, la vita è tanto bella quanto dura. Ci fu una sera dentro ad un fienile ,prestatoci dal nonno di Teresa , che dopo quattro balli e poco vino per riscaldarci andammo tutti in chiesa. Auguri Raoul* e Alberto buone feste vorrei saperci un giorno tutti uguali che tutti quanti avessimo diritti e specie dentro i carceri speciali Quella volta verso mezzanotte trovammo aperto il bar della stazione cosi coi camerieri sulla piazza giocammo fino all'alba ad un pallone. Auguri vecchi amici Buone Feste , vi ho sempre amato molto e non lo dissi vorrei vedere un mondo senza ladri politicanti preti e pregiudizi. Cosi Natale è il tempo degli auguri, e l'anno vecchio va buttato via. Speriamo che sarà la volta buona , che avremo il più bell'anno che ci sia." *nel testo originale il nome è Carlo (Testo di P.A. Bertoli)

1 commento:

pumario ha detto...

Augurissimi sia per il Natale che per un felice 2009, che l'anno nuovo vi riveda in Guanabo!!!