giovedì 28 maggio 2009

Per cent'anni ancora

Un uomo si dondola stancamente sul davanzale dei suoi pensieri notturni

Il canto del gallo annuncia mattino ed il risveglio alla vita

I suoi occhi penetrano l'alba e sfiorano i colori

Le sue orecchie ascoltano lo sciabordio di un onda lontana ed una melodia di una palma cantata dal vento

Il suo cuore dirada foschie ed accarezza pensieri lontani

Un altro tiro di sigaretta

Un altro jugo de guayaba...

...per cent'anni ancora.

2 commenti:

gugumarino ha detto...

mave non ho parole!!!

pedro68 ha detto...

il canto del gallo a Playa Giron è uno dei ricordi che mi terrà sempre compagnia. Altri tempi e un'altra CUBA.