martedì 17 aprile 2012

Impresa italiana installa stabilimento per la dissalazione a Cuba



L'Avana, 11 apr (Prensa Latina) La ditta italiana Chematek S.p.A. impianterà stabilimenti per la dissalazione dell'acqua di mare e modificarla in acqua ultrapura per l'uso umano e industriale, spiegarono oggi fonti dell'entità.


In dichiarazione a Prensa Latina, lo specialista dei Servizi Tecnici di Chematek, Bienvenido Hernandez, spiegò che nell'attualità si sta montando l'impianto di alta tecnologia nelle termoelettriche ad Est de L'Avana, in quella di Nuevitas ed in Energas a Boca de Jaruco.

Questi impianti, segnalò lo specialista, convertono l'acqua del mare o di superficie (provenienti dai fiumi e dalle dighe) in acqua ultrapura per alimentare le caldaie ad alta pressione.

Hernandez sottolineò che le fabbriche usano la tecnologia di osmosi inversa con purificamento mediante resine di cambio ionico.

Fra i vantaggi menzionò la capacità di purificare da virus e batterie, più il basso consumo di prodotti chimici.

Mentre una fabbrica di scambio ionico “che è la tecnologia tradizionale” consuma 600 tonnellate di acido solforico e 400 di idrossido di sodio, quella che si trova a Nuevitas, per esempio, usa appena 10 di ognuno, fatto che riduce i costi di operazione e l'inquinamento del medio ambiente, indicò Hernandez.

Aggiunse che l'Impresa Cubahidraulica valuta la possibilità di estendere queste tecnologie alle comunità isolate per garantire l'approvvigionamento d'acqua potabile alla popolazione.

Da sette anni, ricordò il dirigente, nella termoelettrica Antonio Maceo, che si trova nell'orientale provincia di Santiago de Cuba, funziona una fabbrica che usa la tecnologia di osmosi che produce 150 metri cubici all’ora di acqua ultrapura “con eccellenti risultati”,spiegò.

Il binomio d’imprese italiane Chematek S.p.A. e Protecno, hanno installato a Cuba circa 30 impianti di diversi tipi, tra questi ci sono installazioni per rendere potabile e per la dissalazione dell’acqua o per il trattamento dei rifiuti.

Secondo il direttore generale di Protecno, Lorenzo Belbusti, il mercato cubano è di molto interesse per la sua ditta, ed è per questo che pensano di aumentare le somministrazioni.

Ambedue le ditte sono presenti nella IX Feria Internazionale della Costruzione, Fecons 2012, che si realizzerà fino al prossimo sabato a Pabexpo, con la presenza di espositori e impresari di 26 paesi.

2 commenti:

ASTON VILLA ha detto...

Gugu fai domanda grosso come sei ti pigliano di sicuro....

gugumarino ha detto...

mannaggia non posso!