venerdì 24 aprile 2009

stati d'animo...


Ieri sera, con gli amici Raoul e Michele, siamo stati in un locale Riminese al sabor caribeño; carino ma nulla di speciale…neanche lontanamente mi ha trasmesso quella magia speciale che può trasmettermi un piccolo ed insignificante locale Cubano…tutto mi appariva triste, persino io, guardandomi nello specchio della realtà, mi sentivo triste.
Poi mi sono venute in mente le parole scritte da un insigne scrittore Americano che ha scritto un bellissimo libro “in viaggio con charlie”; più o meno recitava così: “Nel mio viaggio mi sono fermato in una tranquilla località americana ed ho alloggiato in una piccola locanda per viandanti, io abitavo da giorni nel mio camper e quella notte cercavo un riparo che fosse più casa, avevo necessità di un po’ di calore umano.
Entrai nella stanza è tutto era asettico; in frigo le cose erano incellophanate…persino la tazza del water…quella stanza sterile mi mise addosso una tristezza che a fatica cercai di superare. Mi sdraia sul letto e pensai a quando, tempo addietro, ero in viaggio nel Saahra Africano ed un vecchio beduino del deserto mi offrì il suo the in una vecchia ed incrostata tazzina che aveva vissuto tempi migliori. Avevo bevuto quel the con umano piacere è non mi colse la dissenteria ne il giorno dopo mi caddero i denti….ma quel vecchio, in quel momento, mi regalò un po’ di semplice e vitale compagnia”.
Forse ieri sera mi sono sentito come l’illustre scrittore Americano nella piccola locanda…che richiamava alla memoria l’incontro col vecchio beduino.

Nessun commento: